MA E’ VERAMENTE TUTTO PERDUTO?

Ci stiamo chiedendo tutti se la partita con il Napoli ha portato a due punti persi o ad un punto guadagnato?

Personalmente avrei messo una bella firma per il pareggio con il Napoli. Se consideriamo che al 90° stavamo vincendo 0-1, direi che la firma stava per essere depositata, soprattutto considerando che negli ultimi anni la Roma è spesso uscita vittoriosa da Napoli.

Purtroppo Callejon, che avrebbe dovuto mandare in curva quella palla(9 volte su 10 succede), questa volta va sui piedi di sui piedi del sempre temibile Mertens… peccato.

A Napoli nessuno nasconde che la partita alla vigilia la si pensava da 3 o 4 a zero e invece no. La curiosità è che molte squadre che vincono subendo tutta la partita, ma resistendo e portando a casa  i tre punti, o un pareggio sul campo di una squadra più forte di te o comunque passata in vantaggio anche se più debole, con loro, si parla di cinismo, grande tattica e mentalità da vincente. Ma è la Roma ad aver fatto questa piccolissima impresa e chiaramente si parla “molta fortuna”.

Piedi per terra e calma…tanta calma; mancano 84 punti, una possibile Coppa Italia e una buona Champions

Purtroppo considerando questa situazione, passa in sordina il rigore non dato su Dzeko(netto e sacrosanto). Certo, nessuno può nascondere queste prima parte di stagione dei giallorossi e vista la classifica corta anche le vere ambizioni che possa avere la Roma: inspiegabilmente forte e concentrata in Champions, troppo troppo brutta per essere vera contro Chievo, Bologna, Atalanta e Spal.

Ma la Roma è questa e va sostenuta fino alla fine, soprattutto aspettando i giovani che sono molto molto forti!! Ma Roma è una piazza difficile, ormai è chiaro e non lo si può più nascondere, anche chi sembra equilibrato nei giudizi, dopo una partita andata storta, critica: mercato, DS, Pallotta, allenatore ecc.

Non scordiamoci i giudizi, solo per il loro nome, su Fazio, Santon, o di aver ingaggiato Under,  l’Iturbe turco, per poi diventare fondamentale e imprescindibile. Ma siamo sicuri che non mancheranno gli scrittori/giornalisti da favolette di Andersen, compresi profili twitter e radio.

Piedi per terra e calma…tanta calma; mancano 84 punti, una possibile Coppa Italia e una buona Champions da portare avanti, con cattiveria e voglia di stupire, da parte di tutti, giovani, esperti e tifosi…per fortuna quelli non mancano mai.

🔥14
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi e metti mi piace
David De Maria

David De Maria

Appassionato tifoso della Roma e grande conoscitore dello sport in generale. Scrive di calcio e interviene come opinionista in diverse radio dedicate allo sport nella regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *