L’ITALIA CHE NON TI ASPETTI

Nel vederla giocare sembrava il Barcellona(forse esagero) dei bei tempi, un pò snaturata rispetto a la storica disposizione degli azzurri con la classica prima punta, ma questa versione dei tre davanti tutti brevilinei potrebbe essere una bella idea.

Si sa, che con questa disposizione e questi uomini l’imprevedibilità la fa da padrone, favorendo un numero considerevole di azioni penetranti e molto pericolose(assomiglia molto al Napoli di Sarri, con Jorginho in regia e Insigne). Nonostante queste lodi, ieri stavamo per pareggiare e soltanto al 92°(meritatissima comunque la vittoria) siamo riusciti a vincere con un gol di Biraghi ormai quasi padrone della fascia di difesa sinistra, in attesa del giovanissimo Luca Pellegrini, secondo noi prossimo terzino titolare della nazionale tra un paio di anni.

L’Italia c’è, un bel ricambio è stato fatto; sarebbe bello tornare ad avere qualche ariete vecchio stile, ancora un pò arruginito dall’estate, Belotti, Balotelli, Zaza, Immobile(molto irritato per non essere entrato) o se vogliamo guardare al futuro, Pellegri.

Ora sta a Mancini far tornare un cosa imprescindibile per la nostra storia…la voglia di vincere e di dimostrare di essere i più forti e i detentori di un europeo e di 4 mondiali!

Forza azzurri, forza Italia!

 

🔥8
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi e metti mi piace
David De Maria

David De Maria

Appassionato tifoso della Roma e grande conoscitore dello sport in generale. Scrive di calcio e interviene come opinionista in diverse radio dedicate allo sport nella regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *