ASPETTIAMOLI, ASPETTIAMOLI ASPETTIAMOLI…

E’ passato un po di tempo, dall’ultima cessione e dall’ultima partita della Roma e credo che sia il momento giusto a mente fredda di parlare di quello che sta succedendo. Il tifoso della Roma, non è stupido e capisce molto bene le dinamiche della città e dell’ambiente sportivo che circola attorno alla squadra.

Molti affermano che “vogliono vincere, siamo stufi”, giustissimo; altri che “non vinceremo mai, vendiamo solo”, purtroppo per ora altrettanto vero. Però si leggono tante altre affermazioni superflue e senza senso, molto probabilmente la tifoseria è completamente spaccata ed ha giudizi completamente opposti.

Non ci scordiamo che il 90% dei tifosi non voleva più Strootman, a mio avviso era importante soprattuto per lo spogliatoio, ma non mi strappo i capelli per lui(e lo adoravo), ma di sicuro i tempi non sono stati quelli giusti.

Si parla del ruolo in campo di Pastore, che non gioca da 3 anni(cosa non vera), che faceva la riserva al Psg(anche qui avrei da ridire), che non è una mezzala, che non è un’ala, ma è un trequartista!! Può giocare solo li. FALSO!

Chiaramente è un mio modestissimo parere, ma la tecnica di Pastore è nota a tutti e stranamente, vista la sua insolita fisicità(molto più alto di un qualsiasi fantasista d’attacco), non ha raggiunto ancora, come il 90% della squadra, il pieno ed ottimale stato fisico per poter almeno pareggiare l’agonismo in campo e surclassare avversari come Torino, Atalanta(con 5 partite di Europa League in più) e chissà anche il Chievo, per poter portare a casa il risultato che tutti speriamo, la vittoria. Ho sempre sostenuto che a parità di agonismo, la squadra più tecnica vince sempre.

Torniamo a Pastore; lui è PERFETTO per il ruolo di mezz’ala. Perchè è veloce di piede e di testa, la sua altezza lo rende discreto nei contrasti ed ha visione di gioco e qualità tecnica per poter prendere in mano la squadra dal centrocampo, e non dalla trequarti(l’anno scorso tutti dicevano “ci mancano le mezzali fantasiose e che danno il passaggio finale..”). Guardate gli altri grandi “fantasisti” di centrocampo; ad esempio Pjanic era un trequartista a Lione, nella Roma e nella Juve è una mezzala di fantasia. Modric, non è centrale, ma laterale, che si accentra e da non solo l’ultimo passaggio ma gestisce anche il gioco quando Casemiro(il regista) viene pressato e quindi vista la sua lentezza e macchinosità dei movimenti, non riesce velocemente a cambiare gioco, passando palla al croato.

Coutinho, all’Inter era una seconda punta, al Liverpool è diventato un’esterno di fantasia, nel Barcellona è una mezzala, e che mezzala! Discorso a parte il Manchester City, che come mezzali ha David Silva….Bernardo Silva e De Bruyne, ditemi che queste non sono fenomeni che in passato non avrebbero giocato da TREQUARTISTI, certo è che Guardiola ha un gioco di movimento straordinario, che è quello che i giocatori con il piede “buono” prediligono perchè possono giocare di prima senza trattenere troppo la palla costringendo il giocatore di talento a passarla a quello meno talentuoso e quindi alla fine a perderla, soprattuto se la squadra, come fanno molte oggi, ti pressano allo stremo e questo Guardiola lo ha capito da anni.

Continuiamo, ed esempio il Bayern, con Thiago Alcantara e James Rodriguez, altri mezzali che non sono altro che fantasisti che sanno gestire, con tecnica sopraffina e visione di gioco, la palla. Scordavo il Pirlo di qualche anno fa, nato trequartista nel Brescia e poi all’Inter e inventato(perchè i tempi sono cambiati) da Ancelotti come regista.

Potrei andare avanti ore, il succo sarebbe solo questo, Pastore come mezzala è perfetto, in questo momento la Roma ha un solo problema, la preparazione atletica; Di Francesco ha spinto tantissimo per non avere un calo a Dicembre e Gennaio e credo che dopo quello fatto l’altro anno, semifinale e 3° posto in campionato, gli dobbiamo almeno un 2/3 mesi per capire se questa Roma con più benzina in corpo possa dare di più di adesso che è veramente pochino. Ne beneficeranno tutti, da Cristante(miglior centrocampista italiano dell’anno scorso) a  Pellegrini, da Dzeko, che giustamente si lamenta che non gli arrivano palloni giocabili, alle ali che abbiamo, pochi in Italia possono avere Perotti, El Shaarawy, Under e Kluivert, oltre a Karsdorp(il ragazzo è molto forte) e tutta la rosa. Di Francesco non ci deluderà.

Forse Totti ha ragione, non siamo preparati per vincere lo scudetto, ma nessuno ci vieta a noi tifosi di crederci, e se ci crediamo noi, DEVONO crederci anche loro. Andate a dire ad un tifoso del Leicester o del Monaco se negli ultimi anni non ha goduto dopo aver battuto tutte le big inglesi e il mostro PSG in patria, chi li dava per vincenti ad inizio campionato?

Aspettiamoli, a noi costa poco, lo facciamo da tanti tanti anni! Qualche mese in più non fa male, ne a noi ne a loro.

 

🔥87
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi e metti mi piace
David De Maria

David De Maria

Appassionato tifoso della Roma e grande conoscitore dello sport in generale. Scrive di calcio e interviene come opinionista in diverse radio dedicate allo sport nella regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *