L’ODIO VERSO TUTTI

Sembrerà assurdo, ma il momento che sta vivendo la Roma non è un momento nuovo o qualcosa mai vissuta dai tifosi(tantomeno dalla società, dalla dirigenza e dai giocatori), ma questa volta c’è molta delusione e siamo solo alla 3a di campionato, perchè?

Non è facile rispondere a questa domanda, mi viene da pensare al fatto che moltissimi di noi hanno delle aspettative(dal mister, da certi giocatori), di voler vedere vincere questa squadra dopo troppi anni.

Le basi sembrano sempre esserci, ma nel momento meno opportuno il tifoso viene abbandonato. Ad esempio con una o più vendite eccellenti, o da questa benedetta testa, mentalità che ad esempio se in Milan-Roma ci fosse stata probabilmente il punto a casa lo avremmo portato e ci avrebbe fatto comodo, considerando i 2 punti in meno al Milan che avrebbero pesato a fine stagione. Ora quei punti i rossoneri li hanno in più e noi in meno, e già solo questo pensiero manda tutti noi tifosi e non solo a ragionamenti a volte assurdi.

Potremmo parlare del mercato, e dire che non dovevano vendere quello o quell’altro, ma servirebbe a poco, ognuno ha la sua idea che non cambia. I giocatori la Roma li ha eccome, ed è giunto il momento di tirare fuori gli attributi, schema o non schema, trequartista o non, difesa a 3 o a 4, non importa! Ora è il momento di mettere in campo chi merita e chi sta meglio fisicamente.

Ieri, a mio avviso, Fazio era improponibile e il gol di Kessiè e chiaramente una mancanza nella marcatura approssimativa di Rodriguez che invece di accompagnare con il fisico fuori dell’area, ha quasi aspettato con poca durezza nel contrasto, lasciandogli tutto il tempo che voleva per crossare! Inammissibile per la serie A e per gli obiettivi dei giallorossi(nn sarà il suo gol a farmi cambiare opinione sulla sua condizione fisica e sulla sua prestazione); altrettanto grave quel tikitaka davanti la nostra area che permette a Calabria di anticipare El Shaarawy e scaricare ad Higuain che con assist intelligente mette davanti alla porta(praticamente un rigore) Cutrone che non può sbagliare. Un’altro appunto tattico è all’attacco. Molto meglio Pastore rispetto alle prime due, ma se non ha una freccia(Under o Kluivert) o semplicemente spazi larghi in cui giocare, creati proprio da giocatori come l’olandese o il turco è difficile che possa portare a termine quello per cui è stato comprato, qualità e assist; per come era schierata le Roma, con Dzeko e Schick, Pastore è stato quasi schiacciato da una presenza eccessiva nostra e del Milan.

Risultato, la Roma che con i suoi esterni crea ampiezza di gioco dove possono inserirsi i centrocampisti o altri giocatori, non esiste più.

E pensare che nonostante questo la squadra capitolina stava pareggiando al 94°.

Questa Roma non va, ma c’è grande fiducia, ottimi calciatori, rosa adatta e profonda per qualsiasi partita, bisogna capire perchè è cosi indietro fisicamente(il carico per la stagione è stato cosi pesante?), vale la pena caricare nella preparazione una squadra che perde ad inizio anno 4/5 punti perchè le altre ti sono superiori? Il gioco ne vale la candela?

Forza Di Fra, noi tifosi in questo momento odiamo tutti, ma non ti curar di noi, questa volta la sosta ci viene in aiuto; la Roma non può più permettersi di perdere punti.

🔥25
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi e metti mi piace
David De Maria

David De Maria

Appassionato tifoso della Roma e grande conoscitore dello sport in generale. Scrive di calcio e interviene come opinionista in diverse radio dedicate allo sport nella regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *