PROGRAMMAZIONE

Prima di guardare ed esaminare le quattro squadre giunte alle semifinali di Champions League, vorrei soffermarmi sulle quattro eliminate.

Il Bayern Monaco, l’esempio perfetto della programmazione; serietà, fermezza, stadio, soldi, sponsor, allenatore e grandissimi giocatori…ma nonostante tutto cio è uscito ai quarti con un Real Madrid visibilmente aiutato dalla terna arbitrale.

Il Dortmund, che più o meno possiede quello che ha il Bayern, forse con qualche soldo in meno, o con qualche scommessa in più tra i giocatori e spesso con allenatori molto bravi ma non top.

Il Barcellona. Tutto quello che ho scritto per il Bayern vale per il Barcellona, con l’aggiunta una naturale predisposizione a divertiti giocando, che porta a costruire fin dalle giovanili uno stile di gioco inimitabile.

Il Leicester, l’unica vera sorpresa! Stadio inglese, pochi soldi, ma sufficienti grazie agli sponsor e ai diritti televisivi della Premier League, ma mancante in tutto il resto.

Il Bayern Monaco, l’esempio perfetto della programmazione…

Si passa dal massimo al minimo…e mi chiedo, quante altre squadre potevano stare al posto del Leicester o del Borussia?

Passiamo alle semifinaliste.
Farò un discorso generale perché lo meritano tutte e quattro, anzi tutte e tre (per il Real va fatto un discorso diverso).

Atletico, Juventus e Monaco sono la perfetta sintesi di squadre che non avendo la potenza monetaria di natura “Emirica” possano nel giro di 5/6 anni arrivare a risultati straordinari con possibilità di replica negli anni avvenire! I soldi sono aumentati anno dopo anno, la serietà societaria è stata portata al massimo, senza dar possibilità ai propri giocatori di perdersi nelle piazze cittadine o nei locali proposti dalle proprie città; ottimi giocatori di prospettiva e già formati, con stadi nuovi o comunque con politiche sempre vicine ai propri tifosi, ottimi sponsor e marketing al passo dei tempi!

Serve questo nel calcio di oggi, e lo dimostra che squadre come PSG, Manchester City, Manchester United, Chelsea, Arsenal, Milan, Inter e le altre storiche d’Europa, non riescono a risalire o ad arrivare alle massime competizioni se non con quei criteri e con questa voglia di migliorare di queste quattro semifinaliste.

Quindi complimenti, e che vinca il migliore….o quella con la migliore programmazione.

🔥10
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi e metti mi piace
David De Maria

David De Maria

Appassionato tifoso della Roma e grande conoscitore dello sport in generale. Scrive di calcio e interviene come opinionista in diverse radio dedicate allo sport nella regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *